Vi è mai capitato di giocare a Tetris?

Sono certo di sì, soprattutto se avete tanta “esperienza” quanta ne ho io. Anche se siete più giovani lo avrete di certo incontrato sulla vostra strada.

Lo pensavo qualche giorno fa, anche in previsione del voto regionale in Emilia-Romagna. Credo che Tetris sia la rappresentazione della società moderna, della politica e più in generale della nostra vita.

E’ possibile capire ogni cosa che ci circonda pensando al gioco.

Quando abbiamo problemi, non siamo mai realisti, per comodità ci accontentiamo di quello che ci raccontano o di quello che vediamo superficialmente, esattamente come in Tetris.

Siamo convinti che basti incastrare bene il prossimo problema che arriva e ci accontentiamo, non pensiamo che si appoggerà su altri problemi che, sino a quando non verranno risolti, saranno sempre lì, si accumuleranno fino al punto di farci perdere la partita.

Se ti dicono che la colpa è del quadrato blu, possiamo anche risolverlo, ma se arrivano nuovi pezzi devi capire come risolvere i problemi che hai alla base per fare in modo che i pezzi arrivino più lentamente e ti lascino più tempo per organizzarti.

Devi avere una visione più ampia, se non ti entra in testa, il risultato è solo game over. Puoi anche incolpare gli altri, puoi dire che sono stati loro a generare i problemi precedenti, ma cosa cambia? Questi sono ancora lì, sono sempre più vicini e non potrai fare altro che incastrare al meglio i tuoi problemi fino ad arrivare a smussare i loro. Se non vuoi questa responsabilità, hai già perso.

Ci sono anche partire che non si possono vincere perché sbagliate in partenza e sulle quali non si è mai voluto metterci impegno.

Fino a quando siamo in gioco, dobbiamo metterci il massimo impegno, le colpe non ti fanno vincere, non ti fanno trovare le soluzioni e ti fanno perdere tempo.

Siamo ancora in partita e ci sono tanti giocatori, dobbiamo aiutarli ad incastrare tutti i pezzi nel modo giusto, se questo avrà successo, noi avremo successo.

Abbiamo partite in corso, la nostra Vita, i nostri Cari, i nostri Amici, il nostro Paese, la nostra Regione, il nostro Stato, il nostro Continente, il nostro Pianeta.

Io non me la cavo male, a Tretris, e tu? Hai bisogno di due dritte?