Microsoft ci riprova

Molti di voi ricorderanno Windows Phone. Io sì, avevo grandi aspettative, era innovativo da molti punti di vista e sarebbe certamente stato un player importante nel mondo mobile. Purtroppo Microsoft in prima persona, non ha creduto a questa rivoluzione e con il tempo il progetto Windows Phone si è spento nel pieno disinteresse di tutti.

L’idea dietro a Windows Phone, non era tanto legata a quello che poteva fare o come era fatto, agli utenti non interessava sapere cosa ci fosse dietro al loro WP device.

La vera rivoluzione è stata l’interfaccia a tasselli basata su Metro. Non era semplicemente una rappresentazione diversa dell’interfaccia, ma una ripensamento più ampio ci tutta l’esperienza utente. 

Quell’idea non è svanita con Windows Phone, in questi anni ha preso diverse forme e diversi nomi. Oggi parte di quell’esperienza utente è in Windows e delle nuove applicazioni Office mobile.

Quell’esperienza utente si chiama Fluent Design System.

Fluent brings the fundamentals of principled design, innovation in technology, and customer needs together as one. It’s a collective approach to creating simplicity and coherence through a shared, open design system across platforms.

Open ecosystem, open design system.

L’idea alla base del Fluent Design è quella realizzare un’interfaccia e un’esperienza per utente molto chiara, semplice e veloce da comprendere. Sul sito Fluent Design System, ci sono tutte le guide e le indicazioni per ogni piattaforma Web, Windows, iOS e Android per poter applicare queste regole di design.

Seguire queste regole, secondo Microsoft, faciliterebbe gli utenti a muoversi in un mondo di applicazioni. Oggi siamo connessi in modi talmente complessi, ma allo stesso tempo invisibili, vedi il Cloud, che non ci rendiamo conto di quale tipo di applicazione stiamo utilizzando e su quale device.

Experiences feel connected to the physical world-in the weave and fold of fundamental materials. Spaces feel clean, light and open. They draw people in, bring them together, and help them focus on what they’re trying to achieve.

Controlliamo la posta dal PC o dal Mac, ma poi rispondiamo da telefono o viceversa. Le mappe stradali, il calendario e la rubrica, i nostri social network o le app di messaggistica. Tutto è ovunque. Per questo motivo era necessario pensare a nuove linee guida che fossero in grado di adattarsi a tutte le piattaforme per tutte le tipologie di applicazioni.

Le nuove applicazioni Microsoft Office Mobile, seguono queste linee guida e sempre di più verrà applicata alle altre applicazioni, Microsoft spera che queste linee guida possano essere seguite anche da altri produttori per rendere più uniforme possibile la navigazione del futuro.

Interessante articolo The Verge – MICROSOFT WANTS EVERYONE TO FOLLOW ITS LEAD WITH ITS NEW MOBILE DESIGN, ne consiglio la lettura se si vuole appronfondire l’argomento.

Roberto Beccari
Latest posts by Roberto Beccari (see all)

2 thoughts on “Microsoft ci riprova”

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: